IL Rapporto Di Oxford Economics e SAP Sul Green Gap

Quali sono i principali ostacoli che le aziende incontrano per diventare green? Li svela il rapporto di Oxford Economics e SAP

Colmare i Green Gap sta diventando un obiettivo sempre più necessario da raggiungere per le aziende. Una rivoluzione verde che potrebbe fornire benefici sia da un punto di vista etico che da un punto di vista commerciale, in quanto i consumatori di oggi sono sempre più attenti a questo aspetto. Purtroppo, la creazione e lo sviluppo di iniziative ‘’green’’ si stanno rivelando più complicate del previsto. Una prova sono i risultati della ricerca condotta da Oxford Economics e SAP che analizza proprio i principali ostacoli che le aziende incontrano per diventare green.

La Ricerca

Lo studio ha coinvolto oltre 2mila aziende analizzando i loro obiettivi, le iniziative messe in campo e i progressi ottenuti al fine di diventare organizzazioni più sostenibili. L’impressione generale che emerge dai dati è la presenza di un grande divario tra gli ipotetici piani di sostenibilità che le aziende dichiarano di voler perseguire e le azioni concrete messe realmente in atto.

Ma quali sono i fattori che più ostacolano la realizzazione di questi buoni propositi?

A rispondere è sempre l’analisi di Oxford Economics e SAP, che ha evidenziato i principali punti critici sui quali lavorare:

  • la mancanza di comunicazione e coinvolgimento da parte dei dirigenti
  • l’uso inefficace dei dati 
  • la difficoltà di condivisione di informazioni e processi tra i vari reparti
  • l’assenza di collaborazione e accordi di partnership a livello interaziendale e di settore

Lo studio dimostra anche che le aziende che non abbracciano totalmente questo tipo di cambiamento riscontrano poi processi più inefficienti e addirittura un peggioramento della brand reputation, oltre che una maggiore insoddisfazione dei clienti/consumatori.

Qualche dato…

Secondo i dati raccolti dal rapporto di Oxford Economics e SAP, solo il 63% dei dirigenti ha dichiarato che la propria azienda dispone già di un piano formale di sostenibilità. E solo il 9% ha già avviato la trasformazione green. La maggior parte delle imprese invece, ha una strategia aziendale green poco definita e una comunicazione interna ed esterna non efficace. I dati di questo rapporto non sono molto incoraggianti e, nonostante questi temi siano sempre più attuali e rilevanti, le aziende risultano essere ancora molto indietro.

Una speranza c’è. I manager della sostenibilità

Dai dati emersi, una piccola percentuale è rappresentata da manager coinvolti pienamente nella trasformazione green. Manager che hanno inteso l’importanza di un processo a favore di una sostenibilità aziendale e ne stanno vedendo i risultati. Per questo hanno avviato un piano strategico chiaro ed efficiente, coinvolgendo dipendenti, fornitori e rappresentanti della pubblica amministrazione, gestendo i dati a disposizione in maniera corretta e funzionale.

I 5 punti per raggiungere la sostenibilità aziendale

Il Rapporto di Oxford Economics e SAP, oltre a dare una panoramica della situazione attuale sul Green Gap attraverso l’analisi dei dati, è riuscito a individuare le 5 aree in cui le aziende possono intervenire per migliorare i propri risultati:

  1. Coinvolgere il top management. Grazie ad un piano di sostenibilità completo che interessi l’azienda a 360 gradi e un’efficace comunicazione interna ed esterna.
  2. Promuovere comunicazioni chiare e coerenti e creare team di persone chiave con obiettivi precisi. Concretizzando la vision aziendale tramite i dipendenti per una maggiore performance di sostenibilità.
  3. Integrare processi, tecnologie e dati per una visione generale completa e univoca su andamento e prestazioni.
  4. Includere clienti, partner e fornitori nelle pratiche sostenibili. La cooperazione di tutta la filiera è un aspetto che garantisce una trasformazione duratura.
  5. Gestire e monitorare i dati in modo accurato, per interpretare tendenze e informazioni sulle risorse, in maniera vantaggiosa.

Speriamo che SAP e Oxford Economics continueranno ad analizzare e scoprire sempre più efficienti pratiche di sostenibilità ambientale nel prossimo futuro cooperando con le aziende di tutto il mondo.

Per il report completo ecco il link –> https://www.sap.com/cmp/dg/intelligent-sustainable-enterprise/index.html

07/11/2022

Articoli correlati

DevOps: l’evoluzione da Agile a DevX

DevOps: l’evoluzione da Agile a DevX

In questa puntata vedremo un approccio teorico su come si può spingere di più in azienda con i team cross e come “Dev(Ops|X)” può aiutare ad alleggerire il carico del programmatore portando codice di valore!